in Gatto - Kitty

Lo svezzamento dei gattini appena nati

svezzamento gattini appena nati

Con il termine “svezzamento” si intende il passaggio, graduale e progressivo, da un’alimentazione esclusivamente liquida con il latte materno a una a base di cibi solidi. Ma, se parliamo di svezzamento dei gattini, come in generale di tutti i mammiferi, ci riferiamo anche a un periodo di apprendimento molto importante per i piccoli pet, i quali devono trascorrere le prime settimane a contatto con la madre e i fratellini.

Se in natura questo è un processo che avviene in autonomia, quando si tratta dei gattini che crescono in casa, è fondamentale che tu li segua e li accompagni in questo delicato periodo. Ecco, quindi, la nostra guida con tutto quello che devi sapere sullo svezzamento dei gattini!

 

Come svezzare un gattino appena nato

 

Prima delle tre settimane di vita un gattino, per crescere, ha bisogno solo ed esclusivamente del latte materno e non dovrebbe, quindi, mangiare altro né bere acqua. Il latte materno, infatti, contiene tutte le sostanze necessarie per la sua crescita e per la sua salute, come gli anticorpi contenuti nel colostro, il primo latte della madre. Scopri di più su quanto deve mangiare un gattino appena nato con i nostri consigli.

Se vuoi sapere, invece, come accogliere al meglio il nuovo arrivato in casa, dai un’occhiata alla nostra guida completa!

 

Come svezzare un gattino senza mamma

 

Nel caso in cui tu debba svezzare un gattino abbandonato, che non ha, quindi, la possibilità di nutrirsi con il latte materno, è importante per prima cosa allattarlo. Ti consigliamo di acquistare il latte in polvere specifico per gattini e procedere tu stesso con l’allattamento tramite un biberon per gatti.

Durante i primi 14 giorni di vita, ti consigliamo di somministrare il latte al tuo piccolo pet ogni 2-3 ore, anche in orari notturni. Nel momento in cui il gattino raggiunge la terza settimana di vita, puoi iniziare a introdurre il cibo semi liquido, il cibo umido e il cibo secco per gattini, seguendo gli step che ti mostriamo di seguito in questa guida.

Quale latte utilizzare per lo svezzamento dei gattini

Il latte materno è fondamentale per la crescita del tuo gattino fino all’ottava settimana di vita, ma nel caso in cui il tuo pet fosse orfano, o la madre non potesse o volesse allattare la cucciolata, è importante che ti sostituisca a lei e ti occupi dell’allattamento artificiale del tuo piccolo micio.

Come detto in precedenza, è fondamentale utilizzare esclusivamente latte in polvere specifico per gattini da miscelare in acqua e da scaldare fino a una temperatura di circa 30 gradi.

Molto importante è, inoltre, non dare latte vaccino ai gattini, perché contiene sostanze che lo stomaco di un micino non riuscirebbe ad assimilare e che potrebbero causare fastidiosi effetti collaterali.

 

Quando iniziare a svezzare un gattino

 

Il momento ideale in cui cominciare a svezzare un gattino è intorno alla terza settimana di vita. È questo il momento in cui i gattini iniziano a interagire tra loro, vengono lasciati più tempo da soli dalla mamma e diventano molto più curiosi rispetto a ciò che li circonda, cibo compreso.

 

Come svezzare un gattino: la guida passo per passo

 

Una volta che il tuo micetto ha raggiunto le tre settimane di vita, il modo migliore per svezzarlo è procedere con passaggi graduali:

  • dal latte materno al cibo semi liquido;
  • dal cibo semi liquido al cibo umido;
  • infine il passaggio alle crocchette kitten, adatte, cioè, ai piccoli mici.

Ma come gestire in pratica questi passaggi?

Come svezzare un gattino di 3 settimane

Quando il tuo gattino avrà raggiunto le 3 settimane di vita, il primo step è il passaggio dal latte, materno o in polvere, al cibo semi liquido: ti consigliamo di mescolare una ridotta quantità di cibo umido con dell’acqua o del latte fino a ottenere un composto che il tuo gattino potrà facilmente ingerire.

Nei primi giorni, prima di passare alla ciotola, è probabile che tu debba aiutare il tuo gattino a mangiare, porgendogli il cibo direttamente dalla tua mano.
Una volta che il piccolo pet si abitua al nuovo sapore e alla nuova consistenza, puoi inserire il cibo semi liquido in una ciotola, facendo attenzione che non lo mangi troppo velocemente.

Ti consigliamo di acquistare cibo umido formulato in modo specifico per gattini, facendoti consigliare dal Veterinario o dal tuo Pet specialist di fiducia: scopri come scegliere il miglior umido per gattini con questo articolo.

Come svezzare un gattino di un mese

Una volta che il tuo gattino ha compiuto un mese di età, il secondo step dello svezzamento prevede il passaggio dal cibo semi umido al cibo umido per gatti, da ammorbidire con il latte.

In questa fase, ti consigliamo di dare da mangiare al tuo piccolo pet quattro o cinque volte al giorno senza dimenticare di dargli anche dell’acqua.

Se non sai come prenderti cura al meglio del gattino di un mese, dai un’occhiata ai nostri consigli!

Come svezzare un gattino di due mesi

Quando il tuo micino ha due mesi, lo svezzamento sta per concludersi: l’ultimo step prevede una combinazione di cibo umido e di crocchette, che puoi bagnare con del brodo di pesce, così da rendere la pappa ancora più appetitosa per il tuo pet e aiutarlo a mangiare senza difficoltà.

Ti ricordiamo che il latte materno o artificiale è necessario fino alle 6-8 settimane di vita del gattino e va, quindi, compreso nella sua alimentazione giornaliera.

 

Cosa dar da mangiare ai gattini appena svezzati

 

Ai gattini appena svezzati è meglio dare da mangiare cibi appositamente pensati per loro: sono i più adatti a livello di contenuto proteico, carboidrati, fibre e qualità degli ingredienti. I prodotti di questo tipo si trovano normalmente in commercio con la dicitura kitten o, in alternativa, “babycat” (quest’ultimi ideali anche per le gatte in gestazione).

Ti consigliamo di abituare il tuo pet fin da subito a una dieta varia, sperimentando varie consistenze (mousse, paté, bocconcini, straccetti, crocchette) e varie ricette, stimolando così anche la sua innata curiosità.

Quando i gattini iniziano a mangiare da soli?

I gattini cominciano a mangiare da soli intorno alla terza/quarta settimana di vita, quando i dentini cominciano a crescere e i pet sono, quindi, in grado di cominciare a masticare il cibo.

Vuoi sapere come gestire al meglio la dentazione dei gattini? Leggi i consigli dei nostri Medici Veterinari!

 

Quanto tempo dura lo svezzamento dei gattini

Lo svezzamento del gattino, una volta cominciato, può durare dalle 6 alle 8 settimane circa; inizia intorno ai 30 giorni di vita e termina di solito quando il piccolo pet raggiunge i 2 mesi di età.

Ti consigliamo di non allontanare prematuramente i gattini dalla mamma, perché durante questo periodo allenano importanti capacità di socializzazione con gli altri pet della cucciolata e formano il loro carattere: insomma, la guida della mamma in questa fase è indispensabile!

Se trovi dei gattini senza mamma e non sai come prendertene cura, leggi i nostri consigli.

Iscriviti ad Arcacard

Ti invieremo in anteprima tanti consigli,
offerte e novità pensate per il tuo Pet.