in Gatto - Benessere e salute

Gatto in aereo: come viaggiare in aereo con Micio

come viaggiare con il gatto in aereo

Viaggiare con il gatto in aereo richiede sempre un minimo di organizzazione, ma se conosci le regole e hai la giusta attrezzatura puoi vivere sicuramente una bella avventura insieme al tuo pet.

Dunque, niente last minute! Pianifica i dettagli con un certo anticipo. In questo articolo puoi trovare tutti i consigli pratici per viaggiare in aereo con il gatto, dalle regole agli accessori necessari per godersi il viaggio in tranquillità e senza preoccupazioni!

Come portare un gatto in aereo

Per prima cosa, è bene controllare le regole della compagnia aerea per quanto riguarda il trasporto degli animali domestici: ci sono alcune linee aeree che vietano la presenza di animali, alcune che li accettano ma solo in stiva e altre ancora che lasciano portare il micio in cabina.

In generale, non sono ammessi sull’aereo i gatti:

  • di età inferiore ai 3 mesi;
  • in gravidanza o in calore.

Per volare in cabina, di solito, ci sono limiti di peso e di disponibilità di posti (in genere non più di 4 per velivolo). Assicurati dunque che il peso del gatto e del trasportino non superino il massimo consentito e prenota il prima possibile il volo con il tuo pet.

Il secondo passo da fare per andare in aereo con Micio è, poi, quello di procurarsi un trasportino da aereo omologato e confortevole.

Trasportino per gatti in aereo: cosa devi sapere

Sapevi che per portare un gatto in aereo è fondamentale munirsi di un trasportino omologato che sia flessibile e impermeabile?

Assicurati che il trasportino scelto rispetti le dimensioni riportate nel sito istituzionale della compagnia aerea, dove sono indicati tutti gli standard generali richiesti. Questi possono variare, ma solitamente il peso complessivo del gatto e del suo trasportino non devono superare i 10 chili (alcune compagnie hanno 6 chili come limite massimo). Le dimensioni consentite, invece, sono generalmente di 46 x 25 x 31 cm, ma è sempre bene verificare.

I modelli di trasportino con il fondo impermeabile adatti all’aereo sono tantissimi, ma prima di scegliere quello giusto per te è bene sapere se Micio viaggerà in cabina o in stiva.

Viaggio in aereo con il gatto in cabina

Ci sono due modi in cui il tuo gatto può viaggiare in aereo: nella stiva o in cabina. Naturalmente l’ideale è tenere il tuo pet accanto a te, ma questo non è sempre consentito dalle compagnie aeree. Ecco alcuni punti importanti:

  • per far volare in cabina Micio, bisogna effettuare una prenotazione;
  • il gatto deve necessariamente alloggiare per tutta la durata del viaggio nel suo trasportino, il quale deve essere della misura adatta a essere sistemato sotto al sedile anteriore al tuo;
  • è importante scegliere un modello che consenta un’adeguata areazione e che permetta a Micio di stare comodo;
  • il pet dovrebbe sempre potersi muovere e cambiare agevolmente posizione. Di solito si consiglia la tipologia di trasportino morbido o semi-rigido, più facile da inserire sotto il sedile. Alcune compagnie aeree, infatti, non accettano trasportini rigidi per il viaggio in cabina.

Migliori trasportini morbidi per portare il gatto in cabina

Ecco una lista dei migliori trasportini morbidi o semi-rigidi per portare il tuo gatto in cabina quando viaggi in aereo:

Si tratta di modelli pratici da trasportare e comodi per permettere al tuo pet di girarsi e allungarsi durante il viaggio.

Viaggiare in aereo con il gatto in stiva

Per il trasporto in stiva degli animali, invece, le compagnie aeree prevedono due tipi di alloggio: il trasportino e la gabbietta. Ecco alcune cose da sapere per viaggiare in aereo con il gatto in stiva:

  • il trasportino deve essere di tipo rigido, in plastica o in fibra di vetro;
  • il pet deve poter restare in piedi, con la testa dritta, senza toccare il soffitto del trasportino, e deve avere la possibilità di allungarsi comodamente e girarsi;
  • se il modello è dotato di rotelle, bisogna toglierle prima dell’imbarco o bloccarle con nastro adesivo;
  • la porta del trasportino deve essere dotata di un sistema di chiusura centralizzato che blocchi contemporaneamente i due punti di chiusura in alto e in basso nella porta;
  • le due sezioni della struttura del trasportino devono essere chiuse con dei bulloni;
  • all’interno del trasportino è importante inserire due contenitori, uno per l’acqua e uno per il cibo.

Vuoi saperne di più? Scopri i migliori trasportini rigidi per gatti, ideali per il trasporto di Micio in stiva!

Quali compagnie aeree accettano gatti a bordo

Le principali compagnie aeree che accettano gatti a bordo sono Iberia, Air France, Lufthansa e le low cost Meridiana, Volotea e Vueling.

Prima di acquistare un biglietto per il tuo gatto ricordati di consultare sempre il regolamento per il trasporto degli animali domestici.

Quanto costa un biglietto aereo per un gatto

I costi per portare il tuo pet in cabina variano a seconda della tratta e della compagnia aerea. In genere, il costo del biglietto va dai 50 ai 90 euro circa a tratta.

Far volare il gatto in stiva, in una zona con temperatura controllata all’interno dell’aereo, potrebbe essere più costoso.

Per maggiori informazioni sulle tariffe e sull’occorrente, conviene comunque consultare per tempo il regolamento della compagnia aerea.

Volare con il gatto: documentazione sanitaria

Quali documenti servono per viaggiare in aereo con il gatto?

Alcune compagnie aeree, per determinate destinazioni, richiedono un certificato di salute rilasciato da un Veterinario accreditato. Questo deve essere effettuato tra i 10 e i 20 giorni prima della partenza e deve attestare che il pet sia in regola con tutti i vaccini.

In ogni caso, se andrai all’estero, devi informarti sulle regole d’ingresso nel Paese di destinazione. Se, invece, ti sposti in Europa è obbligatorio il passaporto UE.

Passaporto europeo per animali da compagnia: cosa sapere

Il passaporto europeo per animali da compagnia è un documento basato su un modello standard dell’Unione Europea ed è essenziale per gli spostamenti tra i Paesi membri. Contiene una descrizione e i dettagli relativi al pet, compreso il suo codice microchip e il codice relativo alla vaccinazione antirabbica.

Sul documento sono, poi, indicati gli estremi del Pet parent e del Veterinario che lo ha rilasciato.

Puoi ottenere il passaporto europeo per il tuo gatto da qualsiasi Veterinario autorizzato. Il documento è valido per tutta la vita di Micio, a condizione che la vaccinazione contro la rabbia sia valida.

Viaggiare con il gatto in Paesi UE

Se viaggi in un Paese dell’Unione Europea o in Irlanda del Nord, Andorra, Svizzera, Isole Fær Øer, Gibilterra, Groenlandia, Islanda, Liechtenstein, Monaco, Norvegia, San Marino o Città del Vaticano, il tuo gatto può entrare anche con un passaporto rilasciato in uno di questi Paesi.

Certificato sanitario per animali

Il certificato sanitario dell’Unione Europea per animali è un altro tipo di documento che contiene informazioni specifiche sul tuo pet (identità, salute, vaccinazione antirabbica). Si basa su un modello standard dell’Unione Europea.

Se viaggi da un Paese extra UE, il tuo gatto deve essere dotato di un certificato sanitario rilasciato da un veterinario del servizio Veterinario pubblico del Paese di partenza non più di 10 giorni prima dell’arrivo nell’Unione Europea.

Il certificato è valido per i viaggi tra Paesi dell’UE per 4 mesi a decorrere da tale data o fino alla scadenza della vaccinazione antirabbica. In aggiunta, dovrai compilare e allegare al certificato sanitario una dichiarazione scritta che attesti che il viaggio dell’animale non sia legato a motivi commerciali. Tale dichiarazione è richiesta anche se il pet viaggia sotto la responsabilità di una persona da te autorizzata: in questo caso, Micio deve essere ricongiunto a te entro 5 giorni.

Attenzione se viaggi in Gran Bretagna

Dal 1°gennaio 2021 i passaporti UE per animali rilasciati a un Pet parent residente in Gran Bretagna non sono più validi per viaggiare dalla Gran Bretagna stessa verso un Paese dell’Unione Europea o verso l’Irlanda del Nord.

Consigli generali per viaggiare in aereo con il gatto

Una volta scelta la tipologia di trasportino più adatto, acquistato il biglietto aereo e raccolti tutti i documenti necessari, è importante seguire alcuni accorgimenti per rendere il viaggio del tuo pet il meno stressante possibile. Ecco alcuni utili consigli per alleggerire la fatica del viaggio:

  • nei voli più lunghi, può capitare che Micio debba fare i bisogni: ricordati d’imbottire il trasportino con delle traversine assorbenti;
  • conserva una copia di tutti i documenti che ti sono stati richiesti (Passaporto UE, libretto delle vaccinazioni, certificato di salute etc.) in una busta trasparente, in modo che possa sempre trovarli facilmente.

In aereo con il gatto: cibo e altre esigenze

Infine, ecco alcuni consigli per gestire al meglio le esigenze del tuo gatto durante in viaggio:

  • se possibile, metti a disposizione del pet anche qualche crocchetta e una ciotola con l’acqua;
  • per far sentire a Micio la tua vicinanza anche in aereo, puoi sistemare all’interno del trasportino una copertina con un odore famigliare e qualche gioco;
  • fai familiarizzare il gatto con il trasportino alcuni giorni prima del viaggio, in modo da evitare spiacevoli effetti sorpresa: se vuoi saperne di più, leggi i nostri consigli su come abituare il gatto al trasportino!

Iscriviti ad Arcacard

Ti invieremo in anteprima tanti consigli,
offerte e novità pensate per il tuo Pet.