Gatto Certosino: carattere, cura e alimentazione

Gatto certosino: tutto quello che c'è da sapere

Il Certosino (Chartreux in francese) è un gatto proveniente dalla Francia, noto per il suo ammaliante manto corto di colore grigio-blu e per il suo temperamento tranquillo.

Questo felino, considerato il gatto nazionale della Francia, è piuttosto raro oggigiorno, il che lo rende ancora più affascinante!

Scopri tutto ciò che c’è da sapere sul Certosino con questo articolo, una guida completa per conoscere e prendersi cura al meglio del tuo Chartreux.

Gatto certosino: carattere e caratteristiche della razza

Il Certosino è un gatto tranquillo e silenzioso. Questi felini preferiscono usare il linguaggio del corpo piuttosto che i miagolii, motivo per cui possono essere paragonati a dei “mimi”.

Noti per la loro natura calma e pacata, i gatti Certosini possono essere lasciati, purchè per breve tempo, da soli in casa.

La loro buona natura e la tolleranza rendono questi gatti perfetti per le famiglie, nonché compagni di viaggio ideali.

Fanno le fusa con grande entusiasmo, in particolare quando stai servendo il loro spuntino preferito. Adorano passare il tempo con le persone e hanno un gran senso dell’umorismo.

I Certosini sono anche abili cacciatori, per questo amano i giochi pendenti: i giochi con le piume che volteggiano nell’aria, poi, sono i loro preferiti!

Sono gatti molto intelligenti: imparano rapidamente i loro nomi e, se ti piacciono le sfide, puoi persino insegnare loro a venirti incontro quando li chiami…se sono dell’umore giusto, ovviamente!

Insomma, il Certosino è l’amico felino perfetto, un compagno di vita che ti rallegra con il suo sorriso angelico e la sua dolce devozione, chiedendo in cambio solo una ciotola di cibo, una lettiera pulita e un morbido letto su cui dormire.

Il Certosino: aspetto e attributi fisici

Il Certosino è un gatto di taglia medio-grande, le cui dimensioni variano a seconda del sesso: la femmina, infatti, è decisamente più piccola del maschio. La prima non supera mai i 5-6 kg di peso, il maschio invece può raggiungere dimensioni considerevoli, fino a 8 kg di peso e oltre.

Il soffice pelo grigio-blu del Certosino è il tratto distintivo della razza.

Il Chartreux ha la testa arrotondata e larga e guance paffute.

La fronte è alta, leggermente sagomata e il naso dritto di media lunghezza e larghezza. Il muso è relativamente piccolo e stretto e gli conferisce un’espressione dolce e sorridente.

Le orecchie sono di media lunghezza, ben erette sopra la testa; possono avere occhi di vari colori, dal rame all’oro.

La coda è di lunghezza moderata, folta alla base e affusolata alla punta.

I gatti Certosini e gli umani sono amici da secoli.

Questo bellissimo gatto blu è stato probabilmente portato in Francia dal Medio Oriente nel 1500. Questi felini furono allevati dai monaci certosini, originari della Valle della Certosa in Francia, vicino a Parigi.

L’esistenza dei Certosini è documentata a partire dal 1700. Un metodico programma di allevamento del gatto Certosino, avviato in Francia alla fine degli anni ’20 del XX secolo, ha dato vita al gatto blu a pelo corto e col viso adorabile che conosciamo oggi.

Il Chartreaux è stato importato poi in Gran Bretagna anche se, durante la Seconda guerra mondiale, è quasi scomparso. Grazie al lavoro di allevatori dedicati, la razza è stata salvata, sebbene sia ancora relativamente rara.

Aspettativa di vita e salute del gatto Certosino

Il Chartreux è un pet generalmente sano e molto longevo.

Ma quanto vive in media un gatto Certosino?

La vita media è di 15-18 anni, anche se i gatti più longevi possono arrivare a un’età di più di 20 anni. Inoltre, si tratta di una razza che raggiunge l’età adulta in tre-cinque anni.

A differenza di altre razze, il Certosino è un gatto che ama stare in movimento e mantenersi attivo, sia in casa che fuori.

Questi felini, però, hanno un tratto urinario particolarmente delicato e le malattie renali sono tutt’altro che rare. In questi casi è necessaria un’alimentazione specifica per ridurre l’incombenza di tali problematiche.

I migliori cibi per la riduzione dei problemi al tratto urinario nei gatti sono:

I migliori cibi per la cura dei problemi renali nei gatti sono:

Alimentazione del gatto Certosino

L’alimentazione del Certosino non si discosta rispetto a quella di molti altri gatti: come molti altri felini, questo pet è carnivoro e si ciba quasi esclusivamente di proteine animali.

La dieta deve essere ricca di proteine e vitamine e povera di zuccheri e carboidrati. Fai attenzione alla quantità del pasto: valuta insieme al tuo Veterinario le porzioni e la dieta più adatta al tuo Certosino.

Per andare sul sicuro, puoi scegliere tra la vasta gamma di crocchette e di cibo umido per gatti, con prodotti studiati appositamente per donare tutta la nutrizione necessaria al tuo felino domestico.

Cucciolo di gatto Certosino: l’alimentazione corretta

Per il tuo piccolo Certosino, opta per cibi specifici per gattini. È importante che l’alimentazione rispecchi le specifiche necessità di ogni fase di vita del tuo gatto.

Tieni presente inoltre che il Certosino matura più lentamente rispetto ad altre razze: consulta il tuo Veterinario di fiducia per stabilire quando iniziare a somministrare al tuo peloso il cibo da adulti.

Gatto certosino: cura del pelo

Nonostante sia folto e lanoso, il manto del gatto Certosino va spazzolato una volta a settimana, in modo da evitare un accumulo di peli morti, che potrebbero essere ingeriti dal micio durante la sua pulizia quotidiana. Scopri i migliori accessori per la tolettatura quotidiana del tuo gatto e se sei indeciso su quale sia la spazzola migliore per il tuo pet, leggi i nostri consigli.

E se non sai come gestire il periodo della muta, leggi i nostri consigli sulla muta del pelo del gatto!

Gatto Certosino: cura delle orecchie

I felini di questa razza tendono ad accumulare numerosi quantitativi di cerume. Per questo motivo, occorrerà effettuare una regolare pulizia delle orecchie del micio.

Per saperne di più, leggi i nostri consigli su come pulire le orecchie di cani e gatti.

Gatto Certosino: cura dell’igiene orale

Ulteriore attenzione va posta alla pulizia dei denti di Micio. Questi esemplari sono soggetti a un accumulo di tartaro: è indispensabile quindi lavare loro i denti una volta al giorno e sottoporli a controlli periodici dal Veterinario. Usa solo spazzolini e dentifrici per animali, in quanto quelli per umani possono nuocere gravemente alla salute del tuo Certosino.

Se vuoi saperne di più, leggi i nostri consigli sull’importanza dell’igiene orale per il tuo pet!