in Gatto - Benessere e salute

Antiparassitario per gattini: la guida completa

Antiparassitari per gattini: quali scegliere

Micio in arrivo? Scegliere un antiparassitario per gattini è una delle prime cose da fare non appena accogli in casa un piccolo pet.

Pulci e parassiti sono molto insidiosi, soprattutto nel periodo primaverile ed estivo. Proteggere il tuo gattino, infatti, è molto importante per evitare fastidi e malattie anche gravi.

Se vuoi saperne di più, leggi la nostra guida completa e scopri l’antiparassitario più adatto all’esigenze del tuo piccolo pet!

Come scegliere l’antiparassitario per gattini di 2 mesi

Non appena accogli un gattino in famiglia, la prima cosa da fare è recarsi subito dal Veterinario per una visita completa e per ricevere consigli sull’antiparassitario più adatto al tuo animale domestico in base all’età, al peso e al suo stile di vita.
Ricorda, però, di non applicare l’antiparassitario a gattini di età inferiore alle 8 settimane di vita!

È molto importante, inoltre, non confondersi e non applicare al pet l’antiparassitario per i cani, poiché contiene sostanze chimiche, come la permetrina, che sono pericolose e potenzialmente molto nocive per il gatto.

Infine, è bene sapere che gli antiparassitari devono essere applicati per tutto l’anno, in modo che il tuo micio sia coperto non solo in primavera ed estate ma anche nelle stagioni più fredde.

I tipi di antiparassitari per gattini

In commercio esistono diversi tipi di antiparassitari per gattini con diversa posologia e modalità di somministrazione.

Le principali tipologie sono:

  • Spot-on o Pipette antiparassitarie per gattini;
  • Collare antiparassitario;
  • Shampoo e schiuma antipulci per gatti;
  • Spray antipulci.

Spot-on antiparassitario per gattini

Lo Spot-on antiparassitario specifico per gattini comprende delle fialette contenenti un liquido da applicare direttamente sulla nuca e nella zona tra le spalle e la schiena del gatto.
Garantiscono solitamente protezione per circa un mese e sono utili sia contro i parassiti esterni come pulci, zecche e zanzare, sia contro quelli interni come nematodi e tenie.

Il collare antiparassitario per gattini

Il collare antiparassitario per gatti e gattini è un tipo di antiparassitario che, a contatto con il calore del pet, rilascia sostanze chimiche che infastidiscono e allontanano i parassiti ma che non risultano nocive per il gattino.
Il collare ha una durata di 5-6 mesi, è resistente all’acqua e assicura una completa protezione da pulci e zecche.

È preferibile scegliere un collare a sgancio automatico in modo che non dia fastidio al pet, specialmente se è un tipo avventuroso!

Shampoo e schiuma antipulci per gattini

Lo shampoo antiparassitario è efficace soprattutto se il gattino ha le pulci perché le uccide con il solo contatto. Tuttavia, non può essere utilizzato su tutti i gattini.
Lo shampoo, infatti, deve essere applicato su tutto il manto e poi risciacquato: insomma, ti sconsigliamo di utilizzarlo se il tuo micino non ama l’acqua! In questi casi, invece, è meglio utilizzare la schiuma che non necessita di alcun risciacquo.

La durata del trattamento dipende dalle abitudini del gatto, se ama stare all’aria aperta oppure preferisce rimanere in casa: solitamente, è di circa un mese.

Spray antipulci per gattini

Lo spray antipulci è molto efficace e protegge il tuo gattino per tre mesi.
Tuttavia, applicarlo su un piccolo pet può essere complicato, perché l’animale potrebbe spaventarsi e non accettare di buon grado il trattamento: cerca di tranquillizzarlo e di avere pazienza.

Solitamente, lo spray viene utilizzato quando il gattino è già stato infettato dai parassiti.

Come togliere le pulci a un gatto cucciolo di 2 mesi

Ctenocephalides felis è conosciuta come pulce del gatto ed è un insetto parassita dei felini domestici che si insedia solitamente sulla testa, alla base del collo e sul dorso dell’animale ospite: sapevi che una femmina di pulce può produrre fino a 50 uova al giorno?

Se hai un gattino di 2 mesi, il primo approccio per riconoscere se ha le pulci è controllare accuratamente la sua cute. Le pulci, infatti, sono molto difficili da rilevare; ti consigliamo, quindi, di prestare attenzione alla presenza di sintomi quali:

  • prurito costante;
  • lesioni sulla pelle;
  • irrequietezza.

Eliminare le pulci a un gattino può essere un processo lungo, ma con calma e pazienza arriverai sicuramente alla completa rimozione di questi parassiti.
Le tipologie di antiparassitari per piccoli pet che abbiamo citato, a eccezione degli spray antipulci, hanno sia una funzione preventiva sia quella di eliminare i parassiti se già presenti.
Inoltre, puoi utilizzare un pettine antipulci per gatti: grazie alla sua fitta trama, puoi rimuovere in modo efficace il pelo dalle pulci.

Come liberarsi dalle pulci in casa

Se il tuo gattino ha le pulci, è molto probabile che larve e pupe si siano annidiate nei tappeti, tra le fughe delle piastrelle, nei mobili.

Per questo, è molto importante che l’azione sul pet sia combinata con una profonda pulizia della casa. Larve e pupe possono resistere a lungo senza un animale ospite, in attesa delle condizioni ideali per schiudersi e per infettare nuovamente il tuo piccolo micio.

Per evitare che le pulci si sviluppino nuovamente, è importante:

  1. lavare ad alte temperature coperte, materassini, cuscini, lenzuola e copridivano;
  2. aspirare spesso e con regolarità il divano, i tappeti, lo zerbino;
  3. lavare con particolare cura le fughe delle piastrelle;
  4. disinfettare tutte le superfici, in particolare le zone più umide e buie della casa.

Ti consigliamo, infine, di utilizzare solo prodotti specificamente studiati per l’ambiente domestico, come lo Spray Homegard Frontline: in questo modo, puoi mantenere pulita la casa e, al contempo, il tuo gattino al sicuro!

Iscriviti ad Arcacard

Ti invieremo in anteprima tanti consigli,
offerte e novità pensate per il tuo Pet.